Regolamento Sprint 2019

CAMPIONATO REGIONALE ASI

SPRINT SWS 2019

REGOLAMENTO


Art. 1 – GENERALI

1.1. CAMPIONATO - Il campionato prevede 6 appuntamenti Sprint + 1 Master* (1 Gara di Scarto) senza limite di iscritti presso il “Kartodromo Città di Messina” secondo il calendario prestabilito.

* “Master”: prevede 3 gare Sprint da 20 giri e una finale da 36 giri che si svolgeranno in un’unica giornata. Ai fini della classifica generale verrà considerato il risultato della finale, che potrà essere utilizzato come scarto. Il Regolamento sarà pubblicato a breve.

1.2. KART - I Kart messi a disposizione dall’Organizzatore (Sodi GT4-R 390cc), saranno assegnati a sorteggio dalla Direzione gara, che garantirà la casualità dell’assegnazione del kart.

1.3. LAYOUT - Il layout si sorteggerà alla prima gara. Per le seguenti si cambierà di volta in volta tranne che per motivi di sicurezza non venga deciso dalla D.G. di adottare il senso orario. In questo caso si recupererà se possibile al successivo appuntamento.

1.4. ISCRIZIONE - Iscrizione al Campionato Euro 20 (Comprende l’iscrizione a tutti i Campionati) da aggiungere al costo della prima gara (obbligatorio anche se si partecipa ud un solo evento). Costo di ciascun evento Sprint, Euro 40. Le quote di iscrizione dovranno essere versate entro le ore 12 del giorno dell’evento.


Art. 2 – FORMAT

2.1. FORMAT: Qualifiche 8 minuti, Gara 36 Giri con cambio kart a semaforo acceso. La durata del semaforo sarà pari a 10 minuti, con apertura ad ottavo giro (28 giri dal termine).

2.2. Il cambio kart avverrà nella seguente modalità: ciascun pilota entrerà nella corsia dei box e troverà uno stallo quadrato al centro della corsia dove dovrà fermarsi e leggere la corsia sorteggiata automaticamente dal sistema, incolonnarsi nella corsia sostituire il kart trasferendo eventuali zavorre e tabella tx sul kart che lo precede.

2.2. QUALIFICHE - In caso di medesimo tempo ottenuto da due o più piloti nelle qualifiche, si terrà conto di chi l’avrà ottenuto per primo.

2.3. FINALI – Il numero di partecipanti a ciascuna finale sarà ripartito dalla D.G. prima della partenza, a meno che si verifichino inconvenienti tecnici che costringano ad altre soluzioni. Il numero di kart per ogni finale potrà essere diverso di volta in volta, in base alle occorrenze tecniche che si presenteranno.

2.4. PREMIAZIONI - Verranno premiati i primi tre classificati per ogni categoria, è prevista la premiazione per il conduttore che ha ottenuto il “Best Lap” assoluto della manifestazione.

2.5. CATEGORIE: F1 (Pro), F2 (Amatori), F3 (Esordienti), Over 95 (pilota oltre i 95 kg). La D.G. si riserva il diritto di promuovere un pilota alla categoria superiore in caso di risultati non congrui alla propria categoria di appartenenza.

2.6. PESO - Ogni conduttore dovrà essere zavorrato fino a raggiungere il peso di 84kg; in ogni caso, la zavorra non potrà superare i 30 kg. Tutti i conduttori partecipanti alla gara verranno pesati al termine di ogni prova. Al termine di ogni prova, ogni conduttore dovrà smontare la propria zavorra dal kart. Sono ammesse solo le zavorre previste dalla SWS (2,5 Kg – 5 Kg – 10 Kg). Non è prevista alcuna tolleranza sul peso finale, pena l’esclusione o la retrocessione in ultima posizione (vedi I Piloti che al termine della prova dovranno restare seduti fino all’avvenuto controllo.

2.7. COMUNICAZIONE - Sono vietati sistemi di rilevamento dei tempi e sistemi di comunicazione con l’esterno con esclusione dell’App Karting Club Messina.


Art. 3 – CLASSIFICHE

3.1. CLASSIFICHE: Al termine del Campionato verranno premiati i migliori tre di ogni Categoria.


Art. 4 - BRIEFING

4.1. È previsto un briefing prima della gara a cui dovranno partecipare tutti i piloti. La mancata partecipazione al briefing è condizione di esclusione del conduttore assente.


Art. 5 – IN PISTA

5.1. COMPORTAMENTO E DISCIPLINA DI GARA - I conduttori sono obbligati a mantenere nell’ambito delle prove e della gara, un comportamento esemplare, finalizzato a ridurre le situazioni di pericolo, rispettando tutte le disposizioni del Regolamento, della Direzione Gara e delle bandiere esposte. E’ nostro dovere salvaguardare la struttura e i suoi tesserati da comportamenti poco ortodossi o non idonei e da commenti verbali o scritti, ritenuti offensivi nei confronti del lavoro svolto dall’organizzazione. La D.S. del KCM è stata e sarà sempre al di sopra delle parti e giudicherà, come ha sempre fatto, in maniera assolutamente imparziale tutti gli episodi di gara.

5.2. LAMENTELE - Non saranno tollerati commenti di nessun tipo sulla D. G. o sulle prestazioni dei mezzi in gara all’interno della struttura e sul web. Qualsiasi rimostranza dovrà essere riferita alla direzione mantenendo un comportamento adeguato e la massima correttezza. I Piloti che avranno un comportamento inappropriato, potranno essere esclusi dall’evento successivo.

5.3. GUIDA - Il pilota che precede è libero di scegliere la traiettoria che preferisce. Lo stesso non può effettuare più di un cambio di direzione, un andamento a zig- zag; verrà punito per condotta non sportiva. Il pilota che segue, avendo piena visione dell’operato del pilota che lo precede, deve adattare la propria guida per evitare il più possibile il contatto. I contatti giudicati di lieve entità non verranno sanzionati in quanto contatti di gara, saranno invece penalizzati dalla D.G. i contatti che verranno ritenuti lesivi nei confronti dell'avversario. Il kart che supera all’interno, per non incorrere in penalità, deve avere le ruote anteriori all’altezza delle ruote posteriori del kart che lo precede PRIMA dell’ingresso in curva; inoltre deve agevolare l’uscita di curva, senza spingere contro la barriera l’avversario. Il pilota all’esterno non può chiudere la traiettoria e deve lasciare lo spazio al fine di evitare possibili incidenti. Ogni conduttore deve seguire un comportamento corretto durante i sorpassi, evitando tamponamenti o spinte di altro genere al conduttore che precede. Il pilota doppiato deve favorire il sorpasso di chi lo segue. E’ severamente vietato il gesticolare con le braccia che verrà sanzionato senza appello. E’ ammesso il braccio alzato per segnalare eventuali rallentamenti o per l’entrata ai box. In caso di testacoda, potrà riprendere la corsa solo se non sopraggiunge nessuno e comunque senza causare difficoltà. È assolutamente vietato abbandonare il kart senza autorizzazione dalla direzione gara.


Art. 6 - BANDIERE, E SEGNALAZIONI DI PERICOLO

6.1. Nel caso di improvvisi rallentamenti, causati da guasti o incidenti, e comunque alla vista della BANDIERA GIALLA, è obbligatorio segnalare con un braccio alzato ai conduttori che seguono, il sorpasso è vietato. Anche il rientro ai box deve obbligatoriamente essere segnalato con un braccio alzato.

6.2. BANDIERA TRICOLORE ITALIANA: Partenza della gara.

6.3. BANDIERA GIALLA: Segnalazione di pericolo generico.

6.4. BANDIERA ROSSA: Arresto della gara. Seguire le disposizioni dei commissari. Si rientra ai box o si viene fermati sulla griglia di partenza. Segnalare ai conduttori che precedono con braccio destro alzato.

6.5. BANDIERA GIALLA/ROSSA: Prudenza, pista scivolosa.

6.6. BANDIERA NERA CON CERCHIO ARANCIONE E NUMERO KART: Arresto per problemi tecnici, il conduttore dovrà rientrare ai box e potrà ripartire dopo la sostituzione del mezzo.

6.7. BANDIERA BIANCO/NERA E NUMERO KART: Penalità di Stop & Go. Il pilota che la riceve dovrà scontare la penalità nel rettilineo, arrestando completamente il go-kart in un’apposita area delimitata da coni di segnalazione. Nel caso in cui il pilota ripartisse senza aver arrestato completamente il mezzo, la D.G. potrà decidere di far ripetere la penalità entro i 3 giri successivi.

6.8. BANDIERA NERA E NUMERO KART: Penalità da scontare ai box. Il tempo della penalità varierà in funzione della penalità stessa (uscita o entrata anticipata dai box, gravi scorrettezze in pista, ecc.). La D.G. si riserva il diritto di escludere un pilota dalla gara a seguito di comportamenti assolutamente indecorosi e inappropriati. In tal caso, la comunicazione di squalifica verrà comunicata al rientro ai box del pilota.

6.9. BANDIERA A SCACCHI BIANCO/NERI: Segnale di fine gara

6.10. SEGNALAZIONI LUMINOSE: Si prevede a partire dal mese di Marzo l’implementazione di segnalazioni luminose lampeggianti lungo tutto il tracciato, che verranno messe in funzione in caso di pericolo (LUCE GIALLA) e in caso di arresto della gara (LUCE ROSSA) come ausilio alle bandiere sventolate dai commissari di pista.


Art. 7. – PENALITA’

7.1. Le penalità sono comminate dalla Direzione Gara, in seguito a comportamenti non conformi al regolamento, con particolare riferimento all’inosservanza delle bandiere di segnalazione, guida pericolosa o scorretta.

7.2. Le penalità inflitte durante la gara verranno scontate con uno Stop & Go sul rettilineo (vedi 6.7). Nel caso non fosse possibile attribuire la penalità per imminente termine della gara, verrà attribuito al pilota sanzionato un ritardo di 7” sul tempo totale nei cronologici.

7.3. In caso di uscita anticipata dai box verrà assegnata una penalità pari a 15” più il tempo guadagnato.

7.4. In caso di entrata ai box a semaforo spento verrà assegnata una penalità pari a 30”.

7.5. In caso di pilota fuori peso in qualifica, gli verrà assegnata l’ultima posizione in griglia. In caso di più piloti fuori peso, la sanzione più grave (ultima posizione assoluta) verrà attribuita al pilota maggiormente fuori peso.

7.6. In caso di pilota fuori peso in gara, egli verrà retrocesso in ultima posizione al termine della gara.

7.7. Le decisioni della D.G. sono inappellabili.


Art. 8 – SOSTITUZIONE DEL MEZZO

8.1. La sostituzione del mezzo verrà concessa solo nel caso di evidente anomalia dello stesso. Il mezzo in questione verrà testato dal pilota scelto D.G.. Nel caso venga riscontrato una evidente anomalia rispetto al miglior tempo registrato fino a quel momento, il kart potrà essere sostituito ma solo se disponibile quello di riserva.


Art. 9 – CONDIZIONI AVVERSE

9.1. Nel caso di interruzione anticipata della gara, si terrà conto ai fini della classifica del numero di giri fino a quel momento percorsi.

9.2. Per cause di forza maggiore la gara potrà essere interrotta dopo il 75 % della durata prevista.

9.3. In caso di pioggia battente, ritenuta dalla direzione di gara sufficiente ad interrompere la gara congelando la stessa. Quando le condizioni del tempo lo permetteranno verrà ridata la partenza dai box con la classifica generale al momento dell’interruzione stessa. Se le condizioni del tempo non permetteranno la ripresa della gara verrà considerata valida la classifica al momento dell’interruzione.


Art. 10 – La Direzione si riserva il diritto di aggiungere, modificare o eliminare uno o più commi, articoli, sezioni del presente regolamento per qualsiasi ragione o per sopraggiunte esigenze di carattere tecnico, amministrativo, organizzativo o di sicurezza.


La Direzione